AETNACON 2011
Secondo Festival Siciliano della Fantascienza e del Fantastico
Catania 28, 29 e 30 OTTOBRE 2011



Dato che i venti siderali ci sono stati favorevoli, anche quest'anno siamo riusciti ad organizzare la seconda edizione della Aetnacon, Convention della fantascienza e del fantastico in Sicilia, pensata dalla redazione della rivista Fondazione, con Claudio Chillemi, Enrico Di Stefano e Rosaria Leonardi; e realizzata ed organizzata con l'eccezionale collaborazione di Elara Libri, nella persona di Armando Corridore con il supporto del CRIEA (Centro Regionale di Informazione ed Educazione Ambientale) nella persona del prof. Piccione e del prof. Viglianisi, entrambi dell'Universita' di Catania ed il contributo dell'Associazione culturale Romeo Prampolini di Catania.
Si è svolta nell'ultimo fine settimana di ottobre del 2011, nei saloni di uno storico palazzo del settecento, progettato dal Vaccarini, che attualmente ospita il convitto Cutelli a Catania. Qui di seguito un breve diario della rassegna.

com.organizzatore Nel primo giorno della Convention il 28 ottobre, in un piovoso pomeriggio, dopo la relazione di apertura di alcuni esponenti del comitato organizzatore (nella foto a destra a partire dal primo a sinistra:Chillemi, Viglianisi, Corridore e Piccione), davanti ad una platea interessata, comincia la conferenza del primo ospite, il critico cinematografico Pier Luigi Manieri (foto a sinistra) che ha per tema Cinema di fantascienza e post-olocausti: Da William Cameron Menzies a John Carpenter con riferimento al saggio da lui scritto "La regia di frontiera di John Carpenter" un'interessante monografia sul regista edita da Elara.
Ne esce fuori un interessante dibattito che si prolunga oltre l'orario previsto.

Al secondo giorno (29 ottobre), di mattina, importante appuntamento con i ragazzi delle Scuole per assistere ad un'interessante conferenza tenuta da Bruno Caporlingua (all'interno del cerchio rosso della foto a destra) sul tema del catastrofismo planetario nei fumetti dal titolo La fantascienza a fumetti del "dopobomba" .
La partecipazione dei ragazzi è stata interessata con domande di vario tipo, proposte per la realizzazione di brevi racconti di fantascienza, richieste di amicizia all'account facebook della convention ed altro.
A seguire, l'incontro della World SF Italia con un appassionato intervento di Rosaria Leonardi (foto a sinistra), segretaria dell'associazione, per ricordare Ernesto Vegetti, importante storico della fantascienza Italiana di cui, in questo periodo, ricorre il giorno della nascita (24/10/1943) e lo scrittore Vittorio Curtoni, curatore della rivista ROBOT, recentemente scomparso.
Nell'occasione sono stati letti messaggi inviati da molti personaggi di rilievo della SF Italiana che hanno dato il loro contributo alla commemorazione.
Nel pomeriggio del secondo giorno, i lavori della convention riprendono con un conferenza di Armando Corridore di Elara sui neoinfermi metropolitani di una terra desolata di Jeff Vandermeer, un autore di SF americana e la presentazione da parte degli autori dei libri:
- Il Lato Oscuro della Kronos di Claudio Chillemi ed. della Vigna Milano
- L'ultimo volo di Guynemer di Enrico Di Stefano ed. della Vigna Milano
Da sottolineare che, anche per questi ultimi eventi, la sala era gremita da amici, conoscenti e semplici visitatori che hanno acquistato i volumi presentati (oltre gli altri in esposizione) con la richiesta di "autografo" sulle copertine.

Nella domenica mattina del 30 ottobre, terzo giorno della Convention, in una bella giornata di sole, si riaprono i lavori con la redazione della rivista Fondazione SF Magazine che presenta il suo ultimo numero (diciottesima edizione) della pubblicazione alla presenza di un folto gruppo di visitatori e con l'intervento di Armando Corridore di Elara sui Futuri sostenibili e insostenibili nella Fantascienza.
Segue il dibattito sul tema L'etica ecologista in Star Trek da parte di due conferenzieri dello STIC (Star Trek Italian Club): Claudio Chillemi e Francesco Spadaro.
Sono anni che Chillemi e Spadaro seguono con passione il mondo di Star Trek, i suoi valori universali e le attivita' ad esso collegate, una delle quali è lo STIC (una realta' italiana con 25 anni di vita).
La passione per Star Trek e la partecipazione allo STIC ha portato entrambi alla creazione di "navi" che rappresentano centri di aggregazione per i fan di Star Trek o "trekker" (foto a destra) in sede locale e specificatamente U.S.S. Aetna da parte di Claudio Chillemi e Nave Archimede da parte di Francesco Spadaro.
Sono svariati gli argomenti trattati che dimostrano ampiamente l'impostazione ecologista della serie che ha affascinato fan di diverse generazioni.
In seno alla discussione, viene presentato il film Star Trek IV: Rotta Verso la Terra che verra' proiettato nel pomeriggio come riferimento alle argomentazioni presentate.
Alla fine della proiezione del film, segue un vivace dibattito che ne analizza le scene e la trama come riferimento al tema ecologico attorno al quale ruota lo spirito della Convention.
Dulcis in fundo, a seguire, la conferenza dei rappresentanti del CRIEA, il prof. Piccione (la "cultura ortodossa") all'inizio ed il prof. Viglianisi successivamente, con una interessante relazione dal titolo Potenzialita' della fantascienza come strumento di comunicazione ed educazione ambientale .
Il lavoro presentato presenta spunti di originalta' che ben si armonizzano e si fondono con gli argomenti trattati in precedenza a completare un iter iniziato due giorni fa.
Alla sera, in un salone che richiama un'atmosfera da valzer viennese, la Convention si conclude con un concerto di musica contemporanea per flauto, violino e suoni elettronici dal titolo "altri mondi del suono".
Sono state eseguite musiche di Aldo Clementi (compositore di origine catanese, scomparso quest'anno), Armando Corridore (con una rielaborazione della colonna sonora del film Il pianeta proibito), Manzoni e Scelsi con interpreti di fama internazionale: la flautista Annamaria Morini ed il violinista Enzo Porta (foto a sinistra).
Arrivederci all'anno prossimo, sempre se i venti siderali ci saranno ancora favorevoli.

A cura di  

Clicca qui per tornare nella home    Clicca qui per tornare nella pagina precedente    Clicca qui per un breve resoconto sulla prima edizione